Ritorno all’Impero senza Fine. Cosa vuol dire rimettersi a lavorare a Lex Arcana 25 anni dopo

Published by Redazione on

Francesco Nepitello: Quando ci hanno proposto di tornare a lavorare su Lex Arcana, siamo stati subito investiti da un’ondata di emozioni.

Il Lex Arcana originale è stato il primo gioco che abbiamo creato, un incarico forse sorprendente data la nostra età di allora, e l’avvio di quella che è attualmente una splendida carriera. Pensate che, in questi venticinque anni, quello di scrivere giochi di ruolo, di narrazione e da tavolo è diventato di fatto il mio mestiere, ed è tutto partito proprio da qui! Nei cinque lustri trascorsi da allora credo di aver imparato tantissimo e di aver affinato molte volte le mie capacità iniziali, come quando si sale di livello… 😀

Francesco Nepitello

La passione iniziale mia e di Marco è stata da allora disciplinata in un percorso professionale, commerciale ed editoriale, con tutte le sue regole, in Italia come nel resto del mondo. Immaginate allora cosa può voler dire per degli autori ritornare carichi di esperienza sul proprio primo lavoro e avere l’opportunità di poterlo rivedere, aggiornare, migliorare, alla luce di tutto quello che è successo nel frattempo nel mondo del gioco e nelle nostre vite.

La prima cosa che abbiamo fatto, passato l’entusiasmo iniziale, è stato di riprendere i vecchi manuali e tornare con la mente a quello che avevamo scritto, per aiutare la memoria a ricostruire non solo regole e procedure utilizzate, ma anche le ragioni e i motivi profondi di ogni scelta fatta all’epoca. E la cosa che più ci ha stupito, in quel momento, è stato vedere che moltissime delle logiche applicate all’epoca avessero già una grandissima modernità e la loro ragion d’essere anche oggi!

Lex Arcana manuale base 1a edizione

Marco Maggi: La sorpresa è stata grande, effettivamente. Il bilanciamento delle meccaniche, la semplicità di fondo, la doppia versione – introduttiva e avanzata – le regole derivate che sono coerenti con l’impianto di base, e anche un certo elemento strategico, ci sono sembrati tutti elementi attualissimi e ancora efficaci. Certo… ci siamo accorti che qualcosa di importante mancava dalla prima versione: alcune opzioni di bilanciamento interno, dei temi di fondo più focalizzati e la possibilità di progressione con il proprio personaggio, ad esempio. Tutte cose che ci siamo appuntati dalla prima rilettura, e su cui ci siamo ripromessi di lavorare durante lo sviluppo della nuova edizione.

Lex Arcana 2a edizione work in progress

A parte la sorprendente modernità regolistica di Lex Arcana, c’è un’altra cosa che abbiamo trovato interessante, al contempo stimolante e sfidante, e cioè il fatto che Lex Arcana fosse un gioco giocato ancora dopo venticinque anni! Non solo quindi esistono gruppi che ancora si incontrano e riuniscono nel salotto di casa per impersonare Custodes e Demiurghi, adesso come venti anni fa, ma vi sono anche diverse associazioni e negozi che lo fanno pubblicamente, in one-shot o campagne che siano. Da questo punto di vista abbiamo avuto l’incredibile opportunità di osservare, studiare e ricevere feedback diretti da chi ancora oggi gioca al “nostro vecchio gioco”, cosa che è stata di una freschezza e di una utilità incredibile.

Insomma, riprendere in mano Lex Arcana è come un ritorno a casa… anzi, forse ancora di più: è come non essersene mai andati!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Privacy Policy

Chiudi